Sunday, 19 November 2017

Farfalla blu della luna




LatinoHypolimnas bolina
ItalianoFarfalla blu della luna
Indonesiano (Balinese)
IngleseCommon Eggfly




Distribuzione e Habitat

si trova in Madagascar ad ovest, in Asia meridionale e sud-orientale, nelle isole del Pacifico meridionale (Polinesia francese, Tonga, Tuvalu, Samoa e Vanuatu) e in alcune parti dell'Australia, del Giappone e della Nuova Zelanda.
E' una farfalla abbastanza comune che predilige ambienti moderatamente alberati, foreste decidue, macchia densa e umida e le aree verdi degli habitat umani.
La sottospecie H. b. bolina (Linnaeus, 1758) è presente a Sumatra, Giava, Piccole Isole della Sonda, Borneo occidentale, Sulawesi, Salayar, Kabaena, Galla, Banggai, Sula, Molucche, Nuova Guinea, Isole Salomone, Australia e Nuova Caledonia.




Riproduzione

H. bolina è nota per le cure materne, con le femmine che custodiscono le foglie dove sono state deposte le uova. Anche i maschi sono molto territoriali e la fedeltà al sito aumenta con l'età, con preferenza per quelle aree che favoriscono l'individuazione delle femmine. La femmina aleggia su una pianta per controllare la presenza di formiche che potrebbero mangiare le sue uova. Dopo aver selezionato una pianta che non ha formiche, depone almeno una, ma spesso da due a cinque uova, nella parte inferiore delle foglie.




Descrizione
E' una farfalla dal corpo nero con un'apertura alare di circa 70-85 millimetri (2,8-3,3 in). La specie ha un alto grado di dimorfismo sessuale.
Maschio - Il lato superiore delle ali è nero con tre coppie di macchie bianche, due sulla parte anteriore e una sulla parte posteriore. Queste macchie sono circondate da iridescenze viola. Inoltre, la parte superiore del posteriore presenta una serie di piccoli punti bianchi.
Femmina - La parte superiore delle ali della femmina è di un nero brunastro e non ha punti come quelli del maschio. I bordi recano segni bianchi che sono simili a quelli del corvo indiano comune.




Ciclo vitale
Uova - Le uova sono di un verde pallido e cristallino con creste longitudinali tranne che sulla parte superiore.
Bruco - Dopo circa quattro giorni le uova si schiudono in bruchi che si disperderanno immediatamente. Sono neri con testa e ultimo segmento arancione. La testa porta un paio di lunghe corna nere ramificate. La superficie corporea è anche ricoperta da lunghe spine nere arancioni e ramificate. Queste spine appaiono biancastre e trasparenti subito dopo la muta, ma presto diventano di colore arancio. L'infezione da parte dei batteri del genere Wolbachia è nota per uccidere esclusivamente gli esemplari maschi.
Pupa - La pupa è sospesa solo in un punto. È marrone con una sfumatura grigia sulle ali. I segmenti addominali hanno tubercoli ben distinti. La superficie della pupa è ruvida. La farfalla emerge dopo sette/otto giorni (lo sviluppo femminile è sempre un po 'più lungo).

Wednesday, 15 November 2017

Passero di Giava





Latino Lonchura leucogastroides
Italiano Passero di Giava
Indonesiano (Balinese) Bondol jawa (Prit abing)
Inglese Javan munia




Distribuzione e Habitat

Come intuibile dal nome comune, il passero di Giava è diffuso sull'omonima isola, oltre che nella porzione meridionale dell'isola di Sumatra, a Bali e a Lombok: la specie è inoltre naturalizzata a Singapore, e si pensa che anche le popolazioni di Sumatra e Lombok possano discendere da esemplari introdotti dall'uomo e naturalizzatisi.
L'habitat del passero di Giava è rappresentato dalle aree erbose e cespugliose con presenza di alberi isolati fino a 1500 m di altezza: esso dimostra di non temere affatto l'uomo, e perciò ha colonizzato anche ambienti antropizzati come piantagioni, risaie ed anche giardini e cortili.




Riproduzione

Sebbene questi uccelli possano riprodursi durante tutto l'anno, l'evento riproduttivo è generalmente coincidente con la fine della stagione delle piogge.
Il nido viene costruito da entrambi i partner: esso ha una forma globosa e viene costruito intrecciando fili d'erba, ramoscelli ed altro materiale fibroso nel folto della vegetazione arborea. Al suo interno la femmina depone 3-7 uova che cova insieme al maschio, alternandosi durante il giorno e dormendo assieme nel nido durante la notte, per circa 13 giorni: i pulli alla schiusa sono ciechi ed implumi, e vengono imbeccati ed accuditi da entrambi i genitori fino all'involo, che avviene attorno ai 35-38 giorni di vita. La muta che porta all'acquisizione del piumaggio adulto comincia attorno al mese e mezzo di vita e si protrae fino ai tre mesi. Solitamente, i giovani appena divenuti autosufficienti si aggregano agli altri giovani, formando stormi anche di entità consistente.
Nel nostro giardino abbiamo osservato fino a 7 individui utilizzare un nido, occupandolo anche tutti insieme.




Descrizione
Si tratta di un uccelletto dall'aspetto robusto e dalla colorazione calda ma sobria, caratterizzato (come tutte le munie) da un becco tozzo e forte di forma conica.
Il piumaggio è di colore bruno uniforme su testa, dorso, ali, fianchi e coda, con tendenza a scurirsi su quest'ultima fino a divenire bruno-nerastro: è presente una mascherina nera che copre la faccia e la gola, prolungandosi fino al petto, facendo contrasto col ventre che è invece di colore bianco. Gli occhi sono di colore bruno scuro, le zampe sono carnicino-grigiastre, il becco è grigio-nerastro, con tendenza a schiarirsi sulla mandibola.
Nel complesso, il passero di Giava risulta assai simile al congenere passero striato diffuso più a nord, rispetto al quale si differenzia tuttavia per il colore bruno più chiaro, per l'assenza delle striature bianche del dorso e per il ventre più candido.




Comportamento
Si tratta di uccelli tendenzialmente diurni e stanziali che passano la maggior parte del tempo al suolo alla ricerca di cibo, formando spesso ampi stormi che comprendono anche altre specie, come ad esempio i congeneri Passero striato e Passero dal ventre bianco, con i quali si ibrida spontaneamente laddove le due specie si vengono a trovare a contatto.
Si tratta di una specie essenzialmente granivora, che si nutre principalmente di semi di graminacee e riso che raccoglie da terra oppure direttamente dalle piante, prediligendo i semi verdi ancora teneri. Può integrare la propria dieta con bacche, frutti caduti e germogli, mentre è rarissimo che questi uccelli rivolgano la loro attenzione verso cibi di origine animale, come piccoli insetti e larve.    

Wednesday, 18 January 2017

Bulbul corona nera







Latino Pycnonotus goiavier
Italiano bulbul corona nera
Indonesiano (Balinese) Merbah cerukcuk (cerukcuk)
Inglese
yellow-vented bulbul




Distribuzione e Habitat

Un frequente visitatore del nostro giardino. Una coppia ha scelto come l'alimentazione e la terra di riposo. Altri individui si aggirano nei giardini circostanti. Vengono a volte regolari lungo il giorno, soprattutto all'alba. Il nome indonesiano, cerukcuk, è in qualche modo legato alla sua voce, un canto liquido e distintivo e gorgoglio.




Riproduzione

da febbraio a giugno, cova 2-5 uova.




Descrizione
Animale di medie dimensioni, la lunghezza totale del corpo (misurata dalla punta del becco alla punta della coda) di circa 20 cm. La parte superiore del corpo (schiena, testa) marrone grigio scuro, la parte inferiore (gola, torace e addome) bianco opaco. La corona è nera, sopracciglia e contorno occhi bianchi, con briglie (linea di fronte all'occhio) nere. L'iride è marrone, il becco nero e le gambe rosa grigiastro.




Comportamento
Molto aggressivo nei confronti di altre specie di uccelli e molto adattato all'uomo. Ispeziona anche regolarmente il Canang sari della nostra veranda per cercare riso e biscotti. 
Alimentazione - Onnivoro. In giardino afferra i boccioli di Iris sp . germogli, api, scarafaggi volanti, vermi. Spesso si aggirano tra le foglie di palma o sulla corteccia del frangipani alla ricerca di insetti. A differenza di altri bulbul, si alimenta a terra, raccogliendo semi e altre leccornie, anche da strade e marciapiedi. 

http://www.naturia.per.sg/buloh/birds/Pycnonotus_goiavier.htm; http://en.wikipedia.org/wiki/Yellow-vented_Bulbul

Thursday, 31 March 2011

il nostro rifugio a Seminyak, Bali



La nostra bella villa a due camere da letto "La Drupadiana" è un piccolo gioiello incastonato in un vicolo tranquillo, a pochi minuti dalla vivace zona di Seminyak, sulla costa sud-occidentale di Bali, dove al tramonto immense fiamme di vivace viola e arancio nascono dal Oceano Indiano.

L'edificio si trova in un grazioso giardino privato recintato e densamente popolato di arbusti da fiore, orchidee e palme che oscillano dolcemente all'infinita brezza balinese, grazie al suo orientamento nord-sud.

La Drupadiana è composta da un ampio soggiorno/pranzo open-air con adiacente cucina aperta e due ampie camere da letto con bagno incluso. Una stanza separata, nel cortile sul retro, ospita la lavanderia e ripostiglio. pezzi in teak vecchi originali costituiscono gran parte degli arredi, essendo il resto dominata da accessori in bambù locali.
I soffitti sono alla balinese con stuoie di palma intrecciata stese sotto il tetto di tegole, dominato da due file di galli di terracotta.

I gradoni di pietra chiara e le piastrelle blu brillante della piscina riflettono l'immenso cielo balinese e si abbinano ai verdi del giardino ed ai colori intensi dei fiori per creare una fantastica tavolozza.